Il Commercio per Mare e per Terra

 I commerci piceni si articolavano in una ricca rete di scambi sia nel territorio italico che nel mare Adriatico. Questo permetteva di importare prodotti ma soprattutto di conoscere culture diverse da cui prendere ispirazione

Il laboratorio “DO UT DES, Il commercio per mare e per terra” pone l’accento sullo sviluppo commerciale della civiltà picena. In particolare, consente al visitatore di approfondire la conoscenza sui materiali che erano reperibili nel territorio e quelli che venivano acquisiti grazie agli scambi: non si trattava solamente di un semplice baratto di materiali, ma di una vera e propria ispirazione culturale che trovavano nei partners commerciali.

FASI LABORATORIALI

FASE 1

Durante la visita, verrà illustrata la fitta rete di scambi commerciali intessuta dai piceni sia per mare, nel contesto adriatico, sia nei territori occupati dai popoli italici. Verranno individuate le acquisizioni culturali e mercantili provenienti da altri popoli esaminando quali dei prodotti venivano importati piuttosto che esportati. Per far partecipare attivamente la classe si faranno scoprire odori e sapori delle spezie, sali o specialità a seconda dei gusti dei bambini.

FASE 2

La seconda fase potrebbe essere sviluppata toccando diversi ambiti: dalla cucina all’artigianato!

  • Laboratorio di cucina! (ideazione e/o produzione di alimenti)

I ragazzi si occuperanno di formulare dei piatti tipici della cultura picena scoprendo quali materie  prime venivano importate e quali fossero disponibili nel territorio adattandoli in alcuni casi al contesto odierno magari in un connubio tra cucina moderna e antica!

  • Laboratorio di lavorazione dell’ambra 

I bambini potranno divertirsi a modellare  gioielli e monili che venivano un tempo creati con questo prezioso materiale giunto dai Balcani attraverso laboratori incentrati su tecniche di intaglio con materiali che ricreino l’idea del materiale originario.  

  • Laboratorio di ceramica: Affiancati dalla figura di un archeologo, i bambini potranno divertirsi a ricreare dei veri e propri vasi attici come quelli importati dai Piceni: ne progetteranno insieme la forma, i colori e la decorazione.

FASE 3

Nella terza ed ultima fase, il tema potrà essere approfondito in un secondo appuntamento al museo o anche in ambito scolastico, con un lavoro di gruppo o individuale:

I bambini e i ragazzi si cimenteranno nella formulazione di una nuova rotta commerciale che rispecchi le esigenze odierne e i loro interessi. Sarà interessante scoprire se esistano ancora delle cose in comune con gli antichi!

La rotta commerciale potrebbe essere vista come necessità dei bambini di vendere dei prodotti del proprio territorio a quei paesi che per loro rappresentano un interesse. 

Potranno inoltre ragionare sul fatto che molti popoli necessitano di materie prime che la loro terra non offre e che sono quindi costretti ad importare.

Un altro spunto di riflessione potrebbe essere quello del rapporto che avrebbero gli antichi Piceni con il nostro modo di fare acquisti. Cosa acquisterebbero da piattaforme virtuali come Amazon o e-bay?

I bambini attraverso un’attività di brainstorming compileranno una “lista della spesa” pensando ai fabbisogni della popolazione Picena. Successivamente dovranno però formulare una strategia per poter pagare i beni che loro hanno indicato. Si affideranno al baratto? Conieranno una moneta con i metalli conosciuti? O saranno in grado di inventare una strategia tutta loro? 

INFO e COSTI

Ti piace questo laboratorio? Contattaci

Assemblea dei soci Venerdì 30 Luglio 2021

È convocata l’assemblea generale dei Soci, da tenersi adottando le norme di precauzione e distanziamento previste dal Governo in ordine al contrasto della diffusione della pandemia da COVID-19, per il…

FANO: ALLA ROCCA MALATESTIANA IL PROGETTO AMUR A FIRMA COOPERATIVA

da Legacoop Marche Tutti pronti alla Rocca Malatestiana di Fano per Amur-Arte & Musica rigeneratrici. Per il quarto anno consecutivo la Cooperativa Sociale Opera, aderente a Le…

LETTURE NEL PARCO – Parco del Museo della Marineria Washington Patrignani

Lucia Ferrati legge Glauco, il pescatore che diventò un dio da Le metamorfosi di Publio Ovidio Nasone. Conduce la serata Francesca Pedini. In collaborazione con La Lupus in Fabula, Associazione “Le vo…

LETTURE NEL PARCO – Parco del Museo della Marineria Washington Patrignani

Lucia Ferrati legge da Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa, di Luis Sepúlveda.Conduce la serata Francesca Pedini. In collaborazione con La Lupus in Fabula, Associazione “Le voci dei L…

it_ITIT