Emergenza Corona Virus – Procedura di buone pratiche igieniche per combattere virus e paura.

Pubblicato da Opera Onlus il

Il coronavirus rappresenta una minaccia sempre più concreta anche per l’Italia, malgrado l’invito degli esperti a non cedere agli allarmismi. All’aumentare dei contagi sale anche la paura del virus, contro il quale una delle armi più efficaci è la prevenzione.

Ecco dieci regole per ridurre al minimo la diffusione del coronavirus:

1 – Lavarsi spesso le mani.
2 – Evitare il contatto diretto con persone che mostrano sintomi di infezioni respiratorie.
3 – Evitare di toccare occhi, naso e bocca con le mani, specialmente se si è fuori casa.
4 – Starnutire nella piega del gomito per non diffondere i germi.
5 – Evitare l’assunzione di farmaci antivirali e antibiotici, a meno che non li abbiano prescritti il medico.
6 – Pulire le superfici di oggetti con disinfettanti a base di cloro o alcol.
7 – Fare uso della mascherina solo in vicinanza di persone infette o se si sospetta di essere malati.
8 – In caso di sintomi sospetti o di recenti viaggi in Cina, chiamare il numero verde 1500.
9 – I pacchi provenienti dalla Cina non costituiscono un veicolo di diffusione del virus. 10 – Gli animali non trasmettono il coronavirus Covid-19.

Coronavirus, come salvaguardare i bambini

In aggiunta a queste dieci regole, la Società italiana di pediatria ha stilato in un video Facebook una lista in cinque punti per proteggere i bambini dal coronavirus e altre infezioni.
La prima regola è accertarsi che le mani siano sempre pulite; vanno lavate frequentemente con acqua e sapone, fornendo ai più piccoli un aiuto se necessario.
La seconda regola riguarda gli starnuti: è bene che i bambini imparino a direzionare lo starnuto verso l’interno del gomito, per limitare il diffondersi dei germi.
La terza regola insegna che in caso di raffreddore è opportuno utilizzare dei fazzoletti monouso, da smaltire adeguatamente.
Il sonno è il protagonista della quarta regola: una buona dormita aiuta a prevenire febbre e infezioni in età pediatrica. Attenzione quindi alla durata e alla qualità del sonno.
Ultimo punto, ma non meno importante, riguarda l’alimentazione: una dieta sana ed equilibrata aiuta a prevenire le malattie, soprattutto se ricca in vitamine.

Come sono fatti i Coronavirus?

Appartenenti insieme ai torovirus alla famiglia virale dei Coronaviridae, i coronavirus sono virus capsulati (cioè con involucro) a simmetria elicoidale, di dimensioni comprese tra gli 80 e i 160 nm (0,08 micron- 0,16 micron).*
Il genoma (o materiale genetico) a RNA dei coronavirus è a singola elica e può avere dimensioni comprese tra le 26 e le 32 kilobasi.
Tra i virus a RNA, i coronavirus sono gli agenti virali con il genoma più grande.

*Per la filtrazione è approvato FFP2 in modo sicuro per particelle inferiori a 1 micron (0,6 micron credo di norma) sabbiatura particelle ad esempio (polvere molto fine).


Categories: NEWS

it_ITItalian
en_GBEnglish it_ITItalian